Docenza

Pannello di gestione della docenza

Insegnamento
Canto cristiano medioevale II  
Docente
Comparin Pierluigi  
Anno accademico
2018/2019  
Obiettivi
Lo studente viene introdotto alla conoscenza dell'esperienza che nel passato si √® comunicata nella monodia delle Chiese latine. Lo studio rivolge particolare attenzione ai testi, alle tradizioni manoscritte, alle forme musicali e alle loro funzionalit√† liturgiche ponendo particolare attenzione alla pratica esecutiva. Il corso si prefigge di fornire allo studente le conoscenza fondamentali che lo rendano autonomo nell'esecuzione e lo introducano alla ricerca scientifica.  
Modalità d'esame
L'esame prevede una parte orale e una parte esecutiva (cantato).  
Programma

Storia della restaurazione del canto gregoriano. Semiologia : lettura della notazione vaticana con cenni alla notazione adiastematica. Nozioni di fisiologia e vocalità : studio degli intervalli tipici modali. Criteri interpretativi e pratica gregoriana. Strutture modali : corde madri, modo, octoekos e forme musicali gregoriane. Repertorio : la messa, l'Ordinario (Kyrie, Gloria, Sanctus, Agnus Dei) e il Proprio (Antiphona ad Introitum, Antiphona ad Communionem, forme sillabiche e semi-sillabiche).

 
Bibliografia

Dom Eugene Cardin, Primo anno di canto gregoriano
Dom Daniel Saulnier, Il canto gregoriano, PIEMME
Graduale Triplex.
Ulteriori riferimenti bibliografici saranno forniti durante il corso.

 
Periodo
Annuale  
Durata effettiva
24 ore  
Creazione
16/03/2018  
Ultimo aggiornamento
16/03/2018