Docente Solci Roberto

Pannello di gestione docente

Curriculum
Nato a Cremona vive da anni a Crema.
Direttore d’orchestra, compositore, pianista.
Laureato nel biennio superiore specialistico in Direzione d’orchestra presso il Conservatorio ”A. Boito” di Parma, è diplomato anche in Pianoforte, Composizione e Direzione d’Orchestra.
Per concorso è docente in ruolo di Teoria dell’armonia ed Analisi presso il Conservatorio statale di musica “A.Pedrollo” di Vicenza, dove è direttore del Dipartimento di Teoria e Composizione e membro del Consiglio Accademico.
E' responsabile dei rapporti con l'Istituto Magnificat di Gerusalemme della Custodia di Terrasanta, dove il Conservatorio ha decentrato dei Corsi di triennio in discipline musicali.
In Conservatorio ha tenuto i Corsi Accademici di: Analisi musicale e teorie compositive I – III (modulo analitico) (triennio); Storia e analisi del repertorio I-II – modulo analitico –repertorio antico (biennio), Musica d’insieme - repertorio antico (triennio e biennio), Laboratorio di Orchestra e Coro – repertorio antico (triennio e biennio), Analisi delle forme compositive, Analisi delle forme compositive – musica antica (biennio). Teoria dell’armonia e analisi, Armonia complementare, Analisi dei repertori, Metodologie dell'analisi.
Per l'Anno Accademico 2016-2017 è docente di Teorie dell'armonia e analisi, Metodologie dell'analisi, Analisi dei repertori, Analisi delle forme compositive I, Analisi delle forme compositive-repertorio antico.
Musicista e studioso, spazia dalla musica antica a quella contemporanea, dal pianoforte alla direzione d’orchestra, dal 1993 al 2001 è stato presentato come il compositore di riferimento, del Ravenna Festival di Riccardo Muti, uno dei festival musicali più importanti al mondo, ed ha ricevuto i pubblici elogi sia come compositore che direttore d’orchestra dallo stesso Maestro Muti presente in sala a tutti i suoi spettacoli.
Ha avuto l’onore di essere inserito nella pubblicazione celebrativa del Ravenna Festival accanto a direttori d’orchestra di fama mondiale come Muti, Kleiber, Osawa, Boulez, Bertini, Rostropovich, Sinopoli, sir George Solti.
Si è diplomato in Composizione con Bruno Bettinelli uno dei massimi docenti italiani, per la musica antica ha studiato a Cremona con Michael Radulescu, Monserrat Torrent Serra, Jesper Christensen, Luigi Fernando Tagliavini, Daniet Roth.
Accanto al concertismo, alla composizione, e alla docenza, svolge attività di divulgazione della cultura musicale attraverso conferenze e lezioni.
Dal 1996 al 2000 ha ricoperto l’incarico di direttore artistico del Centro studi musicali Francesco Cavalli della diocesi di Crema.
Per il Comune e l’Istituto Civico musicale “L.Folcioni” di Crema è stato l’organizzatore delle rassegne concertistiche: Mozart duecento anni dopo e I colori dell’Europa, nonché il Pontificale barocco per la visita di S.S. Papa Giovanni Paolo II a Crema.
Nel Dipartimento di musica antica del Conservatorio di Vicenza ha tenuto i corsi Accademici di Storia e analisi del repertorio, musica d’insieme, Laboratorio di Orchestra e Coro, Analisi delle forme compositive.
Debutta nel 1995 come direttore d’orchestra di un opera lirica dirigendo al Teatro Alighieri di Ravenna e al Teatro Verdi di Pisa l’Orfeo di Claudio Monteverdi, primo cremonese a dirigerlo interamente in tempi moderni; la sua revisione dell’opera è pubblicata dall’Editore RICORDI di Milano.
In relazione ai suoi studi sul più grande compositore della seconda metà del 1600 il cremasco- veneziano Francesco Cavalli, è stato definito in una conferenza stampa, uno dei massimi esperti mondiali, da Cristina Muti moglie del celebre Direttore d’Orchestra Riccardo Muti e Presidente del Ravenna Festival.
Di Francesco Cavalli ha revisionato e diretto due opere liriche: Ercole amante per la stagione lirica del Teatro Alighieri di Ravenna 1977, ed Eliogabalo, in prima rappresentazione mondiale assoluta, per l’inaugurazione, nel 1999, del teatro San Domenico di Crema, della cui rappresentazione ha curato anche la parte organizzativa e di direzione artistica; e per il Centro studi della Diocesi di Crema la famosa Messa concertata a 8 voci per otto solisti, coro e orchestra (Direzione artistica ,organizzativa e musicale).
Vincitore di diversi premi a concorsi nazionali ed internazionali di Composizione: Belveglio, Asti, nel 1983 - Primo premio; Antidogma - Torino, nel 1984 - menzione speciale; Carme – Milano, nel 1985 - e di concorsi di esecuzione musicale: Vittorio Veneto - nel 1990, premio speciale per il duo Violoncello e Pianoforte; Premio Rossetti - Piacenza, per Violoncello e Pianoforte.
In particolare il balletto da lui composto per Ravenna Festival 1993, Adieu a l’Italie con coreografie dal grande Micha van Hoecke e la partecipazione dell’ottetto vocale più famoso del mondo The Swingle Singers di Londra, ha conseguito nel 1993 presso il teatro La Fenice di Venezia il premio Danza e Danza come miglior balletto moderno dell’anno, insieme ad uno Schiaccianoci del mitico Rudolph Nurejev.
Nel 1998 ha composto e diretto al Ravenna Festival la Cantata Sacra per Soli, Coro e Orchestra Nove Icone per una Madre in onore di S.S. Papa Giovanni Paolo II, con l’Orchestra sinfonica di Padova e del Veneto
Oltre a due balletti Adieu a l’Italie, che ha avuto sessanta rappresentazioni in Italia e all’estero, ed Odiessea blu, ha composto e diretto due opere liriche: Don Chisciotte per Ravenna e Lucida degli specchi al Teatro de Giglio di Lucca e al Teatro di Barga.
Le sue Sacre rappresentazioni Christus e Sacre Canzoni hanno aperto e concluso il Giubileo del 2000 a Crema (Direzione artistica, organizzativa e musicale).
E’ stato invitato ad inaugurare il MEETING di Rimini 2001, davanti a settemila persone, con una particolare Opera di recitazione su musica dal titolo Barabba, su testi di Davide Rondoni e con la presenza straordinaria nel ruolo di Barabba del grande attore Flavio Bucci.
Sono numerose le esecuzioni di sue composizioni per solisti, gruppi strumentali o orchestra: in particolare ha diretto l’Orchestra Filarmonica Italiana al Teatro filodrammatici di Piacenza presentando Ballata per Chitarra e Orchestra e Favole per voci recitanti e Orchestra sinfonica; a Crema per Musica in Corte lo spettacolo Signori, si danza; a Castelleone lo spettacolo Night Time (Direzione artistica e musicale); a Vicenza, Sala dei concerti del Conservatorio, Favole e Miti, Memorie e Misteri; Muse danzanti, per quattro Arpe, al convegno mondiale sull’Arpa di Praga.
Nel grande auditorium della città di Roswell negli Stati Uniti, è stato eseguito un suo Concerto, espressamente commissionato, per Pianoforte solista e Orchestra computerizzata.
Direttore musicale e fondatore dell’orchestra I Concertanti, che grazie alla poliedricità dei componenti spazia in un repertorio che va dalla musica barocca con strumenti originali a quella contemporanea.
Ha registrato diversi CD con SUGAR, Universal, Sarx records; Fine classics e Recording Art, con sue musiche e di Francesco Cavalli, fra cui la prima registrazione mondiale dell’Eliogabalo del 1668.
Nel CD della Sugar-Universal è presente una sua canzone cantata da Filippa Giordano, insieme a compositori del calibro di Ennio Moricone.
Sono numerosi i passaggi televisivi e radiofonici di sue composizioni e direzioni.
Fra il 2014 e 2016 ha compostodue Concerti per Violino e Orchestra eseguiti da Enrico Balboni. Un Concerto per Fisamonica solista e Orchestra eseguito da Davide Vendramin, e Jerusalem per Violino e Orchestra, eseguito da Stefano Antonello, sotto la direzione di Claudio Martignon.
E’ pubblicato dagli editori CASA RICORDI di Milano e UT ORPHEUS di Bologna.
Nel 2016 è stato Classical music consultant, transcription and coach, componendo anche delle elaborazioni da Bach, Ravel , Satie e Poulenc, per il film Call me by you name, regia di Luca Gadagnino, tratto dal romanzo di André Aciman, sceneggiatura di James Ivory e Luca Guadagnino, con Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michale Stuhlbarg. Il film è stato presentato al Sundance film festival a Park City, Utah (USA) nel gennaio 2017 e con grande successo fra le Premiere del Festival del cinema di Berlino il 13 febbraio 2017.  
News artistiche
Roberto Solci, nel 2016 è stato Classical music consultant, transcription and coach, componendo anche delle elaborazioni da Bach, Ravel , Satie e Poulenc, per il film Call me by you name, regia di Luca Gadagnino, tratto dal romanzo di André Aciman, sceneggiatura di James Ivory e Luca Guadagnino, con Armie Hammer, Timothée Chalamet, Michael Stuhlbarg. Il film è stato presentato al Sundance film festival a Park City, Utah (USA) nel gennaio 2017 e con grande successo fra le Premiere del Festival del cinema di Berlino il 13 febbraio 2017.

CD. Francesco Cavalli - ELIOGABALO Opera in tre Atti (1668)
Direttore ed Edizione musicale Roberto Solci
Fine Classics Records

 
Orario di ricevimento
Lunedì dalle 18.00 alle 19.30 (o Martedi mattino), su appuntamento preso via e.mail: roberto.solci@consvi.it  
Creazione
22/02/2010  
Ultimo aggiornamento
17/02/2017