Docente Calza Renato

Pannello di gestione docente

Curriculum
Renato Calza è nato a Schio nel 1954. Conseguita la maturità classica, si è diplomato nel 1975 col massimo dei voti in Pianoforte presso il Conservatorio di Venezia e laureato col massimo dei voti in Lettere Moderne presso l’Università di Padova nel 1977; successivamente ha conseguito il diploma di perfezionamento in Musicologia presso l’Università di Bologna. Ha conseguito, a seguito di concorso per esami, l’abilitazione all’insegnamento di Italiano e Latino nei licei.
Ha insegnato Pianoforte Principale al Conservatorio di Venezia e, in quello di Trento, Storia ed Estetica Musicale, insegnamento di cui è oggi titolare in questo conservatorio; gli sono stati affidati anche gli insegnamenti di Letteratura Poetica Drammatica per Musica Vocale da Camera e alcuni corsi accademici. Ha tenuto per alcuni anni il corso istituzionale di storia della musica presso l’Università di Padova collaborando col prof. Giulio Cattin.
Ha svolto e svolge tutt’ora attività artistica e di ricerca tenendo concerti, lezioni-concerto, seminari, conferenze e corsi di musicologia presso diverse istituzioni, tra cui il Teatro La Fenice di Venezia, l’Accademia Olimpica di Vicenza, il Conservatorio di Vicenza, l’Istituto di Cultura Italo-tedesco di Padova, l’Accademia Filarmonica di Verona, il Rotary Club. Ha curato trasmissioni radiofoniche per la RAI.
Si interessa particolarmente alla musica francese tra Ottocento e Novecento, pubblicando monografie sulla poetica e la musica di Ravel (edizioni Zanibon e Diastema) e numerosi saggi su riviste quali “Nuova rivista musicale italiana”, “Diastema”, “Musica e Storia”, “Musica/Realtà”, “Il Monocordo”, “Prospettive musicali”.
Ha pubblicato per la “Nuova rivista musicale italiana” un saggio su Richard Strauss e, per la “Rassegna veneta di Studi Musicali” e per “Diastema”, due saggi sul teatro mozartiano.
Ha pubblicato saggi sul teatro musicale di Mozart e si interessa alla cantata e all'oratorio settecentesco e alla musica sacra di Handel, stendendo programmi di sala e note musicologiche per il booklet di due CD recentemente usciti.
È autore di uno studio sui testi di tre mottetti latini quattrocenteschi pubblicati nel 2003 nel volume “Musica, cronaca e storia a Vicenza nell'eta della dedizione alla Serenissima” edito dal Conservatorio di Vicenza.
Nell'ottobre 2015 è uscito un suo volume intitolato "L'Angelo e il Conte. Léon Delafosse e Robert de Montesquiou", edito dalla L.I.M. (Libreria Musicale Italiana) di Lucca. Ha pubblicato recentemente lo studio "'Una forza viva cui il teatro volge con speranza l'occhio ansioso.' Le opere teatrali di Arrigo Pedrollo ("Odeo Olimpico" XXX, 2015-2016, pp. 59-164) e “Salieri e Mozart: una storia lunga due secoli, fra leggenda e realtà”, in Antonio Salieri. La carriera di un musicista fra storia e leggenda a cura di Francesco Passadore, LIM, Lucca, 2017.  
News artistiche
"L'Angelo e il Conte. Léon Delafosse e Robert de Montesquiou", LIM (Libreria Musicale Italiana), Lucca 2015

http://www.lim.it/nuovosito/scheda.php?id=804&ritorno=novita.php  
Orario di ricevimento
Su appuntamento, lunedì h. 13-14  
Creazione
22/02/2010  
Ultimo aggiornamento
11/12/2017