Corso VIOLINO (biennio)

Pannello di gestione del corso per l'A.A. 2019/2020

Nome inglese
VIOLIN  
Descrizione
Corso accademico di II livello ad indirizzo interpretativo-compositivo in DISCIPLINE MUSICALI  
Durata
2 anni  
Requisiti di ammissione
Per essere ammessi ad un corso di diploma accademico di secondo livello è necessario possedere all'atto dell'immatricolazione uno dei titoli elencati di seguito:
- diploma di conservatorio dell’ordinamento previgente (congiuntamente al diploma di scuola secondaria superiore o ad un altro titolo di studio conseguito all’estero e riconosciuto idoneo)
- diploma accademico di primo livello
- titolo accademico di primo livello conseguito all’estero
- laurea dell’ordinamento previgente
- laurea triennale
- laurea conseguita all’estero.
È ammessa l’immatricolazione con riserva se il titolo richiesto sarà conseguito entro l’ultima sessione dell’anno accademico precedente a quello di immatricolazione.  
Modalità esame di selezione
Il candidato eseguirà un programma comprendente:
- il primo tempo di un concerto di Mozart per violino e orchestra a scelta del candidato tra K216, K218 e K219, con cadenza;
- due tempi a scelta del candidato dalle Sei sonate e partite di Bach;
- il primo tempo di una sonata per violino e pianoforte a scelta del candidato da Beethoven ai giorni nostri;
- un colloquio motivazionale relativo a studi pregressi e sbocchi professionali attesi.
CRITERI DI VALUTAZIONE
Padronanza della tecnica riguardo alla produzione delle note (mano sinistra) e produzione del suono (mano destra);
Precisione esecutiva (intonazione, ritmo, dinamica e agogica, fraseggio, ecc.);
Aderenza stilistica e consapevolezza interpretativa.  
Debiti attribuibili
− Lingua straniera comunitaria
− Storia e storiografia della musica (periodo storico a scelta)  
Obiettivi formativi
Attraverso lo studio, l’esecuzione in classe e in pubblico concerto, in ambito solistico, cameristico e orchestrale, attraverso l’approfondimento di discipline teoriche e musicologiche, acquisire un alto livello di competenza nell’interpretazione del repertorio. Acquisire una prospettiva storico-culturale relativamente al repertorio specifico e alla tecnica esecutiva. Acquisire consapevolezza critica e capacità interpretativa in grado di consentire la prosecuzione degli studi nei livelli superiori e l’accesso alla professione con la preparazione adeguata a svolgere con competenza le attività attinenti agli studi compiuti, in linea con gli standard europei.  
Sbocchi occupazionali
Concertismo; attività d’orchestra; strumentista in formazioni cameristiche. Docente di discipline musicali negli istituti di formazione musicale. Consulente artistico musicale. Ideazione e realizzazione di iniziative musicali.  
Tipologia e modalità prova finale
La prova finale prevede:
- la discussione di un elaborato scritto concordato con un docente
relatore (l’elaborato potrà anche non attenere alla prova esecutiva);
- l'esecuzione di un programma da concerto, di durata compresa tra 45
e 60 minuti, concordato con il docente preparatore. Il programma della
prova finale deve comprendere, per almeno un terzo della sua durata, brani
non eseguiti in precedenti esami. Può essere eseguito un brano in
formazione cameristica.  
Percorso formativo
Le discipline iterabili possono essere inserite nella seconda annualità a richiesta dello studente, purché questi sostenga gli esami con programmi completamente diversi. Dell’iterazione dovranno essere informati il docente, il Preside di Scuola (se presente) e il Tutor preventivamente alla frequenza. L’attribuzione di eventuali debiti è disciplinata dal RRCD.  
Crediti prova finale
10  
Scala della media ponderata
110  
Attivo
Sì  
Sperimentale
Sì  
Creazione
20/02/2019  
Ultimo aggiornamento
20/02/2019